Grivel: una famiglia votata alla montagna

Da molti anni il nome della famiglia Grivel è legato a quello di Courmayeur e soprattutto Courmayeur delle scalate, dell’alta montagna e delle imprese alpinsitiche.
Già nel lontano 1873 Dominque Grivel immigrò a Courmayeur e nel 1876 fondò l’officina Grivel a Dolonne.
 
Nel 1912 avvenne un incontro importante per il futuro dell’offiicna Grivel: l’alpinista inglese Oskar Eckstein incontrò Henry Grivel per commissionargli il “primo” paio di ramponi da ghiaccio ad uso alpinistico.
 
Hnery fu presto affiancato nel suo lavoro dai figli Laurent, Camille e Aiméè, che condividevano con il padre l’interesse per l’officina e soprattutto per la montagna.
 
 
Parallelamente alle conquiste alpinistiche, gli attrezzi Grivel subirono notevoli trasformazioni soprattutto per i nuovi materiali impiegati, come alcuni acciai speciali della Cogne, che li rese molto più leggeri e resistenti.
 
L’eredità dei tre fratelli Grivel è stata raccolta dal figlio di Camille, Walter, che inaugurò un negozio dedicato alla montagna nel centro di Courmayuer, “4810” chiamato così in onore del Monte Bianco.
 
Oggi sono i figli di Walter, Enrico e Andrè ad avere il compito di portare avanti la tradizione di famiglia.
 
La familgia Grivel oggi: il ristorante allo Chécrouit, il noleggio di sci nel fabbricato dove un tempo sorgeva l’officina, e l’interno del negozio 4810, nel pieno centro di Courmayuer.